Dipinti antichi

23 NOVEMBRE 2016  
20

Bartolomeo Castelli il Giovane

(Roma 1696-1738)

COMPOSIZIONE DI FRUTTA ALL’APERTO CON PESCHE E UVA

COMPOSIZIONE DI FRUTTA ALL’APERTO CON UNA COPPA DI VETRO

coppia di dipinti ad olio su tela, cm 47x63,5      

(2)                              

                           

Gli inediti dipinti qui presentati vanno ricondotti con sicurezza al nome del più giovane Spadino. Il catalogo raccolto da Gianluca e Ulisse Bocchi (Pittori di natura morta a Roma. Artisti italiani 1630-1750, Casalmaggiore 2005, pp. 625-659) mostra come l’artista romano, terzo della sua famiglia a lavorare come pittore di natura morta, proponga fino alla metà del Settecento le composizioni all’aperto codificate per la prima volta da Michelangelo del Campidoglio e arricchite di nuovi motivi dal più noto Spadino, Giovanni Paolo Castelli. La coppia di tele qui presentate si accosta in particolare alle sue prove migliori, le composizioni di formato verticale vendute dalla Finarte a Milano (Bocchi, 2005, pp. 638-39, figg. BSJ 24 e 25, e a quelle, simili, in raccolta privata a Brescia (ibidem, figg. BSJ 26-27) in cui compaiono gli stessi motivi.

 

Stima  € 15.000 / 20.000
Aggiudicazione:  Registrazione

11 - 20  di 57 Lotti
11
€ 6.000 / 8.000
12
€ 6.000 / 8.000
13
€ 2.500 / 3.500
14
€ 15.000 / 20.000
15
€ 18.000 / 25.000
16
€ 18.000 / 25.000
17
€ 5.000 / 7.000
18
€ 5.000 / 7.000
19
€ 10.000 / 15.000
20
€ 15.000 / 20.000
11 - 20  di 57 Lotti