Arte Orientale e Reperti Archeologici

16 MAGGIO 2012  
85
Vaschetta Cina, dinastia Qing, inizi XIX secolo, in giada a forma di frutto di pesco, utilizzata dai letterati per contenere acqua e risciacquare i pennelli, lavorata a forma di grossa pesca con tralcio foliato intagliato a giorno, utilizzabile come manico per sollevare loggetto; la rotondità del corpo della vaschetta, con apertura circolare superiore, è fortemente accentuata, a ricordare la polposità e carnosità del frutto. La pesca era infatti ritenuta simbolo di immortalità e cresceva in abbondanza nel frutteto della dea Xiwangmu, la Regina Madre dOccidente. In virtù di questo simbolismo di buon auspicio, vaschette per risciacquare i pennelli a forma di pesca, collocate negli studi dei letterati, erano comuni nella Cina del tardo periodo Qing. La giada, trasparente, si presenta in una tonalità bianco lattiginosa, con screziature e puntini di colore grigio scuro determinati dalle naturali inclusioni nella pietra. Sul fondo delloggetto è presente un bollino con la dicitura Franzero collection cm 7x15
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione

51 - 60  di 202 Lotti
66
Offerta Libera
68
Offerta Libera
72
Offerta Libera
74
Offerta Libera
85
Offerta Libera
86
Offerta Libera
87
Offerta Libera
88
Offerta Libera
91
Offerta Libera
92
Offerta Libera
51 - 60  di 202 Lotti